IL  VERO  ANTITODO  ALLA  CRISI

In-Lire SpA ha creato un nuovo modello di rete d’impresa, che ha l’obiettivo di ricollegare l’economia al territorio. Una formula che prende spunto dalla profonda conoscenza dell’innovazione digitale maturata dal suo ideatore, Romi Fuke, già imprenditore nel settore dell’Information Technology, che assieme a Marco Negro cofondatore, è riuscito a coniugare gli aspetti relazionali in un network imprese selezionate e imprenditori lungimiranti con i piùinnovativi strumenti tecnologici.

A luglio 2020, dopo soli 2 anni di attività la Società si è trasformata in Società per Azioni con un primo aumento di capitale avvenuto grazie l’ingresso nel capitale dell’incubatore Bemy Company. Oggi l’Azienda si sta lanciando verso una seconda raccolta e ad una prevista quotazione in Borsa per fine 2021 / inizi 2022. I dati di sintesi della crescita in-Lire si riassumono in poche righe: costituita nel 2017 e attiva in forma di start up dalla metà del 2018, ha iniziato apromuovere il suo circuito passando dai 77 associati del primo anno agli oltre 600 di fine 2020.

La somma del controvalore Euro degli scambi effettuati in compensazione a fine Ottobre 2020 ha già superato i 9 milioni di Euro effettuati attraverso le oltre 14.000 strette di mano, tra imprenditori che hanno generato altrettante transazioni commerciali. Promuovendo economia reale tra le imprese, In-Lire SpA ha raggiunto una crescita percentuale annua nel 2019 che sfiora il 100% rispetto l’anno precedente e anche il 2020 la vede protagonista di una crescita del 50% nell’anno del Covid.

Il circuito ha tra i suoi slogan “il circuito italiano”; se il sistema economico del capitalismo globalizzato non funziona più, è necessario intraprendere altre strade per garantire sviluppo e benessere alle nostre comunità. Il brand scelto per il Circuito in-Lire non evoca solo una valuta che negli anni sessanta era la più stabile d’Europa, ricorda anche un tempo in cui l’economia era in crescita, i rapporti umani erano al centro degli scambi del mercato e la competizione non era sinonimo di esclusione ma di ricerca della qualità.

Davvero è impossibile che l’economia recuperi questi valori? Un altro degli slogan di in-Lire dice che “sono ancora le persone a fare la differenza”. Diffondendo un modello evoluto di economia circolare il circuito combatte un sistema finanziario incapace di
promuovere modelli sostenibili, ma che si basa su iniziative a carattere speculativo che tendono a spersonalizzare il mercato.

Il marketing moderno definisce con quattro P i capisaldi del marketing: il Prodotto, il Prezzo, la Promozione e il Posizionamento. Esiste una quinta P da tenere in grande considerazione, ed è la P di Persona, perché la vera innovazione marcia sulle gambe di persone che non temono il cambiamento.

Entra a far parte della community